torta quattro tazze

Torta quattro tazze

venerdì, ottobre 20, 2017
biscotti

Pasticcini solo albumi

mercoledì, ottobre 11, 2017
tiramisù

Tiramisù con uova pastorizzate

martedì, ottobre 03, 2017
dolci spagnoli

Magdalenas

mercoledì, settembre 06, 2017
banana icecream

Gelato alla banana

giovedì, luglio 27, 2017
torta alle fragole

Torta light alle fragole

martedì, maggio 23, 2017
madeleine

Madeleine classiche

giovedì, maggio 11, 2017

Torta quattro tazze

Praticamente una torta senza uova, burro, olio una sorta di Veggolato ma con il latte e senza pesare nulla. Si usa come bilancia una tazza, potete usare una mug o la classica tazza da colazione.
In origine veniva fatta con la farina di frumento e di mais, ma in giro ci sono versioni con il cacao, o con il cocco.
Io volevo provare quella con la farina di mais ma quando sono andata a dosarla ho trovato dentro le odiosissime farfalline, così ho usato mezza tazza di cacao e mezza di cocco.
Si fa prestissimo a farla e potete usare quello che più vi piace, e se non bevete il latte potete sostituirlo con quello di soia o di riso, insomma molto versatile.



Ingredienti:
- 1 tazza di farina 00
- 1 tazza di farina di mais, o cacao, o cocco
- 1 tazza di zucchero
- 1 tazza di latte
- una bustina di lievito per dolci

Procedimento: in una ciotola versare le tazze prime tre tazze di ingredienti e mescolarli con una frusta, aggiungere man mano il latte e amalgamare bene il tutto fino ad ottenere un composto liscio e senza grumi, aggiungere infine la bustina di lievito per dolci setacciata. Imburrare e infarinare uno stampo  non molto grande non più di 22 cm di diametro e versarci il composto.
Cuocere in forno caldo a 180° per circa 25/30 minuti.
Fare la prova stecchino e una volta raffreddato e sformato spolverare di zucchero a velo.



Pasticcini solo albumi

Ideali per il riciclo degli albumi, semplici da preparare e in più senza burro. Io li ho fatti un po' variegati usando la granella di zucchero, il cocco e il cacao. Ma potete usare quello che vi piace di più o lasciarli semplici o  glassarli poi  con del cioccolato fondente.
Sono molto versatili e penso che li preparerò di nuovo per regalarli a Natale, farò sicuramente una bella figura,  visto che  sono anche buonissimi!! Ve li consiglio!




Ingredienti:
- 2 albumi
- 100 gr di farina
- 50 gr di farina di riso
- 75 gr zucchero semolato fine
- 80 ml di olio di semi
- 1 cucchiaino di lievito per dolci
- 1 fialetta di aromi ( io butter-vanille)

Per guarnire:
granella di zucchero, cocco, cacao, nocciole, etc...o cioccolato fondente per glassare

Procedimento: con le fruste sbattere  l'olio e lo zucchero e aggiungere gli albumi non montati e continuare a frustare. Unire la fialetta con l'aroma scelto e man mano le due farine e il lievito setacciati. Continuare a mescolare con una spatola fin quando non sarà tutto ben amalgamato.
Mettere l'impasto in una sach a poche e dare la forma che si vuole ai biscotti. Io li ho formati sopra al tappetino di silicone dei macarons e ho messo l'impasto sopra aiutandomi con un cucchiaino e non usando la sacca. Metterci sopra la guarnizione che più vi piace e metterli in frigo per circa 15 minuti. Se non avete il tappetino in silicone formateli sopra la carta forno appoggiandola sopra un vassoio o altro in modo da poterla poi sistemare bene in frigo e non avere poi difficoltà a spostarli sopra la placca del forno.
Cuocere a forno caldo a 180/190° per 10 minuti.
Conservare se vi restano perché uno tira l'altro in una scatola di latta.

Tiramisù con uova pastorizzate

Alzi la mano chi non ha mai preparato il tiramisù?! Penso che almeno una volta sia capitato a tutti di farlo, ma sicuramente senza pastorizzare le uova! Perlomeno io non le avevo mai pastorizzate, pensando che fosse difficile farlo.
Oggi per festeggiare il compleanno della mia mamma, ho provato e mi sono dovuta ricredere! L'importante è munirsi di un termometro da cucina che potete reperire facilmente in qualsiasi negozio di casalinghi ed il gioco è fatto.
Io ho seguito la ricetta del pasticcere Claudio Pistocchi lasciata su Spigoloso




Ingredienti:
- 500 gr di mascarpone
- 6 uova
- 100 gr di zucchero
- savoiardi q.b.
- caffè q.b.
- cioccolato fondente a scaglie q.b. (opzionale)
- cacao per spolverizzare

Ingredienti per lo sciroppo per pastorizzare:
- 1 cucchiaio di zucchero
- 8 cucchiai di acqua

Strumenti utili per la pastorizzazione:
termometro da cucina





Procedimento: preparare il caffè necessario per inzuppare i biscotti e metterlo da parte a raffreddarlo in una ciotla.  Iniziare a montare i rossi con 50 gr di zucchero in una planetaria e nel frattempo in un pentolino preparare uno sciroppo con 4 cucchiai d'acqua e mezzo cucchiaio di zucchero. Portarlo a temperatura di 110° e versarlo a filo sulle uova continuando a montarle.
Fare la stessa cosa con gli albumi montandoli con i 50 gr di zucchero rimasti e preparando lo sciroppo sempre con 4 cucchiai d'acqua e mezzo di zucchero. Raggiungere sempre la temperatura di 110° e incorporarlo sempre a filo sugli albumi che stanno montando a neve.
Una volta svolte queste due operazioni fondamentali per la pastorizzazione, incorporare ai tuorli montati il mascarpone e montare il tutto per amalgamare.
Aggiungere con una spatola gli albumi precedentemente montati e pastorizzati, mescolandoli dal basso verso l'alto per non smontarli.
Prendere una pirofila o delle coppette se preferite farlo monoporzioni e iniziare a comporre il tiramisù, bagnando i savoiardi nel caffè, e cominciare a fare gli strati alternandoli alla crema, se preferite potete aggiungere delle scaglie di cioccolato fondente e lo strato superiore spolverizzarlo con il cacao.
Mettere in frigo almeno un paio d'ore prima di servirlo.


Magdalenas

Bentrovati a tutti!! Qualcuno ancora in vacanza? Dove siete stati di bello? Se come me non avete avuto modo di farle, con questa ricetta vi porto direttamente in Spagna.
Non so voi, ma a me ogni tanto mi piace andare a fare la spesa nei discount alla ricerca di prodotti particolari che nei classici supermercati non sempre si trovano. Così spesso mi soffermo nel reparto dei dolci per assaggiare qualcosa di nuovo, e qualche settimana fa mi sono imbattuta in queste Magdalenas. Mi sono piaciute molto e sono andata alla ricerca della ricetta,  che ho trovato nel sito del turismo spagnolo. Rispetto alla ricetta riportata ho aggiunto in superficie lo zucchero di canna che era presente in quelli comprati al discount.
Visto che finalmente le temperature sono tornate accettabili vi consiglio di provarle, sono semplicissime e con ingredienti che avete sicuramente in casa.
A presto!



Ingredienti per 12 magdalenas:
- 100 gr di burro
- 100 gr di farina
- 100 gr di zucchero
- 2 uova
- 1 cucchiaino abbondante di lievito in polvere
- 1 cucchiaino di buccia di limone grattugiato

- zucchero di canna q.b.

Procedimento: ammorbidire il burro a temperatura ambiente, e lavorarlo a crema in una ciotola con lo zucchero, la buccia di limone e le uova una alla volta finché non si saranno ben amalgamate.
Unire la farina setacciata con il lievito e mescolare per ottenere un composto omogeneo.
Mettere l'impasto nei pirottini e riempirli fino a 2/3, se avete la placca per i muffin potete tranquillamente usarla inserendo i pirottini all'interno. Prima di infornare spolverare la superficie delle magdalenas con un po' di zucchero di canna.
Cuocere a 175/180° per circa 15/20 minuti.


Gelato alla banana

Semplice, veloce e buonissimo!! Non ha bisogno di molte presentazioni, sicuramente lo avrete già visto in rete da un bel po', ma io prendo nota e provo sempre quando la moda è passata..ma devo dire che è un gelato veramente furbo, ideale per chi non ha la gelatiera e molto tempo per realizzarlo.
Ahimè la foto non è bellissima,  ma fare le foto ai gelati con questo caldo non è per niente semplice..ma fare questo gelato credetemi è semplicissimo!
Fatemi sapere se vi piace!!



Ingredienti:
- banane mature

Ingredienti per decorare:
- cacao, cialde, granella di nocciole, cocco, nutella, meringhette..o quello che preferite!!

Procedimento: sbucciare le banane mature e dolci, tagliarle a rondelle non troppo sottili, e disporle sopra un vassoio dove avrete messo della carta forno.
Ricoprirle con della pellicola da cucina e mettere nel freezer per almeno un paio d'ore o meglio tutta la notte.


Una volta che saranno ben congelate mettetele in un mixer e iniziate a frullare. Inizialmente il composto sarà granuloso, ma continuando a frullare ricaverete una bella consistenza cremosa.





In pochi minuti il gelato è pronto, servitelo come più vi piace.
Io l'ho spolverato con del cacao amaro, ma potrete usare del topping al cacao, della granella di nocciole, il cocco, le cialde biscotto, nutella, burro di arachidi e quello che più vi piace.
Le banane si sposano bene con molti sapori!


Torta light alle fragole

Torta preparata per la festa della mamma, ma gradita da tutti. E' semplice, veloce e
leggera, e le fragole possono essere sostituite dalla frutta che si preferisce.

Colgo l'occasione del post per lasciarvi il link del mio canale Youtube, al momento ci sono poche videoricette ma spero di riuscire a metterne altre e provare a riprendere anche tutto il procedimento della ricetta.
Nel frattempo se volete dare un'occhiata potete farlo QUI
A presto!




Ingredienti:
- 3 uova
- 150 gr di zucchero di canna
- 100 ml di olio di semi
- 75 ml di latte ( soia o riso o normale)
- 225 gr di farina
- 1/2 bustina di lievito per dolci
- 125 gr di fragole

Procedimento: in una ciotola lavorare con la frusta le uova con lo zucchero, se volete potete usare anche le fruste elettriche ma non è necessario, aggiungere la farina setacciata con il lievito e man mano il latte e l'olio. Continuare finché non avrete terminato la farina e i liquidi. Aggiungere le fragole precedentemente lavate e tagliate a pezzi ( io le ho tagliate in 4 e quelle più grandi in 6 parti) e mescolare bene.
Mettere l'impasto in una teglia rivestita di carta forno o imburrata e infarinata e cuocere nel forno caldo a 160/170° per circa 40/45 minuti. Fare la prova stecchino. Lasciare raffreddare, togliere dallo stampo e se volete spolverare con zucchero a velo.


Madeleine classiche

Le avevo provate anni fa ma con scarsi risultati, la famigerata gobbetta non era venuta e di sapore non erano un granché,  così ho deciso di riprovarle cercando meglio la ricetta. Io cercavo quella delle classiche Madeleine,  al sapore di mandorla. Non è stata facile trovarla perché in giro se ne trovano di ogni genere, ma a me piace andare prima sul classico e poi sperimentare le varianti.
Così mi sono imbattuta nella ricetta di un Torsolo di mela, e ho deciso di provarla. A differenza della ricetta originale ho aumentato un po' la farina e diminuito la quantità dell'aroma di mandorla.
Risultato buonissime e mi hanno ricordato molto il sapore di quelle che si comprano al supermercato, le rifarò presto perché sono andate a ruba!
Vi consiglio di  regalarle per la festa della mamma, magari confezionate in una bella scatola di latta dove è meglio conservarle, sempre se ne avanza qualcuna!
Auguri a tutte le mamme, la mia ha già degustato e le sono piaciute molto!








Ingredienti:
- 150 gr di farina
- 2 uova
- 100 gr di burro
- 75 gr di miele millefiori
- 30 gr di zucchero
- 1 cucchiaino scarso di lievito per dolci
- 1 pizzico di sale
-  una fialetta e mezza di aroma di mandorle amare




Procedimento: in un pentolino sciogliere il burro insieme al miele a fuoco basso, e mettere da parte a far raffreddare.
Nel frattempo in una ciotola sbattere con le fruste elettriche le uova e lo zucchero e il pizzico di sale in modo che diventino spumose. Aggiungere a filo il burro sciolto con il miele ormai raffreddato e continuare a mescolare sempre con le fruste elettriche. Incorporare poi con una spatola la farina setacciata con il lievito, mescolare bene finché il composto non risulti liscio, a questo punto unire l'aroma di mandorla amara e continuare a mescolare.
(Io ne ho messa una fialetta e mezza perché mi piace che il sapore  si senta bene, se volete un sapore meno deciso mettetene solo una)
Coprire la ciotola dell'impasto con della pellicola e metterla a riposare in frigo per almeno un ora.
Il riposo in frigo è molto importate, perché al momento della cottura il contrasto tra il freddo e il caldo darà modo di formare la famosa gobbetta tipica di questi deliziosi dolcetti.
Passato il tempo necessario del riposo in frigo preriscaldate il forno a 220° in modalità statica, imburrate e infarinate gli stampi e aiutandovi con un due cucchiaini disponete l'impasto nello stampo.
Io ho messo due cucchiaini di impasto perché la forma delle mie madeleine è di quelle grandi, regolatevi in base al vostro. Con questa dose e con i miei stampi ne sono uscite 24, se avete stampi più piccoli ne verranno sicuramente di più.
Cuocere per 5 minuti (non di più mi raccomando!!!) a 220° in modalità statica poi abbassate a 170/180° per altri 5 minuti, regolatevi in base al calore del vostro forno, quando vedete che il bordo diventa più scuro toglietele.
Se vi è avanzato l'impasto lasciatelo in frigorifero,  nel frattempo che le altre sono nel forno a cuocere, poi una volta sfornate procedete al cuocere le altre e ricordatevi di riposizionare la temperatura del forno a 220° per la seconda infornata.
Farle raffreddare e poi cospargerle se volete di zucchero a velo, e conservatele se ci riuscite a non mangiarle tutte in una scatola di latta.



Popular Posts

Like us on Facebook

Ultime da Instagram